SVILUPPO, COMUNICAZIONE E PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO

La C.R.I. riconosce il valore strategico della comunicazione, che permette di catalizzare l’attenzione pubblica sui bisogni delle persone vulnerabili, favorisce la riduzione delle cause della vulnerabilità, ne previene quelle future, e mobilita maggiori risorse per un’azione efficace. Le attività che la C.R.I. svolge quotidianamente rappresentano un terreno sicuro per azioni costanti di diplomazia umanitaria volte a mantenere al centro dell’attenzione i bisogni umanitari delle persone che non hanno voce. La costruzione di una Società Nazionale forte passa attraverso la capacità di prevenire ed affrontare in modo efficace le vulnerabilità delle comunità, nonché di garantire una crescita sostenibile, volta a garantire livelli sempre più elevati di efficacia, efficienza e integrità delle attività operative e dei processi di gestione, trasparenza e fiducia nei confronti dei beneficiari e di chi sostiene le attività, nonché il rafforzamento e lo sviluppo della rete di Volontari.

Costituiscono obiettivi specifici:
a. aumentare la capacità sostenibile della C.R.I. a livello locale e nazionale, di prevenire ed affrontare in modo efficace le vulnerabilità delle comunità;
b. rafforzare la cultura del servizio volontario e della partecipazione attiva;
c. assicurare una cultura di responsabilità trasparente nei confronti dei partner, delle Istituzioni e dei soggetti del terzo settore;
d. mantenere i regolamenti ed i piani d’azione in linea con le raccomandazioni e decisioni internazionali;
e. adattare ogni azione all’evoluzione dei bisogni delle persone vulnerabili.

Costituiscono iniziative quadro:
a. lo sviluppo organizzativo e della partecipazione;
b. la comunicazione (esterna, interna, documentazione, advocacy);
c. la promozione e le politiche del volontariato;
d. la promozione-reclutamento-fidelizzazione dei soci attivi e dei sostenitori;
e. l’attenzione al volontario ed il supporto psicosociale;
f. lo sviluppo dei partenariati strategici ed il fundraising;
g. la pianificazione e la progettazione dei servizi;
h. la trasparenza;
i. il monitoraggio delle attività e dei progetti in corso di implementazione, nonché la valutazione del loro impatto.

Please follow and like us:
0

Lascia un commento