Davanti la nostra sede. Proprio oggi che abbiamo consegnato i pacchi di aiuto alimentare. Venti metri prima c’erano anche i bidoni, volendo. Ah no. Li c’erano le telecamere.

Questo gesto ci rattrista. Il latte non è quello dei nostri pacchi, ma, non è bello vedere, dopo tutti i nostri sforzi nel trovare donatori, nello scremare chi realmente ha diritto e chi invece vuole solo approfittare, scene del genere. Non è bello. È uno schiaffo alla umanità con la quale le aziende, gli enti, i cittadini hanno inteso aiutare chi era in difficoltà.

Quel latte, lasciato lì sul muretto, ci ha ferito. Speriamo che chi ha compiuto questo gesto, si ravveda, e la volta prossima, se il latte non risulti di suo gradimento, lo lasci a chi ne ha davvero bisogno.

Noi lo abbiamo al momento raccolto, in attesa di capire se può essere riutilizzato, in qualche modo.